20.11.2017

Please reload

POST RECENTI

Il Banyuls si mette l'elmetto

22.6.2018

1/3
Please reload

IN EVIDENZA

Canne della Battaglia Guttarolo Puglia

30.5.2017

Canne

 

 La Pattuglia reduce da due giorni in Puglia...

Impossibile non compiere un blitz a Canne, luogo dove la morte raggiunse dimensioni inimmaginabili. Sessanta mila morti fanno più dell'un per cento della popolazione di allora; è come se oggi, in poco più di mezza giornata si contassero sessanta milioni di morti, un evento fuori scala. Museo della battaglia, caldo, sole alto, pattuglia disidratata, una signora incredula ci accoglie quasi in lacrime, è di Ravenna e ha costretto il marito ad arrivare sin qui. Museo aperto da giovedì a domenica e noi siamo al martedì. Non ci arrendiamo, decidiamo di entrare, la signora ci segue. Proviamo, ma niente, i due addetti sono tipi tosti, un elenco di scuse strepitose. Passiamo alla corruzione, gli diciamo che abbiamo vino buono in macchina, la signora ci segue e mette sul piatto del pane. Niente da fare; scherzando, ci dicono che abbiamo incontrato gli unici tipi prussiani di tutto il sud Italia. Il responsabile prova a distrarci tirando fuori una mappa con la riproduzione della battaglia. E' il suo momento, ci racconta della superiorità dei romani di 2 a 1, della cavalleria di Annibale, di nascita della manovra avvolgente, dei francesi che durante l'ultima guerra in Iraq hanno attuato la stessa tattica per prendere Baghdad. Controbattiamo, non c'erano carri armati francesi, forse si sta confondendo, la signora di Ravenna è piegata in due, ma lui sembra posseduto e afferma che il generale statunitense in persona Schwarzkopf, il boss di Desert Storm per capirci, è stato a colloquio con lui, qui a Canne. Strepitoso... Usciamo a mani vuote ma divertiti, salutiamo la nostra compagna di sventura. Poveri beni culturali, noi abbiamo l'elmetto. Aggiramento. Una vigna a tendone ci aiuta e in tre minuti siamo nel 216 a.c. Da qui tutto è più chiaro, Annibale vinse arretrando. Costrinse i romani a combattere nello spazio di uno stadio, si ostacolarono tra loro, più loro spingevano più il cappio si strinse e la tonnara romana ebbe inizio...Polibio sentenzia:" Canne cambiò la storia della strategia".

 

Per quanto riguarda i vini di Guttarolo, sono tutti buonissimi e andrebbero bevuti direttamente da anfore vecchie di duemila anni...

 

Miro 2015, Primitivo 100%. Da battaglia, vigna giovane, alberello. Finalmente il Primitivo ha una dimensione estiva...

 

Susumaniello 2013. Vino leggermente rifermentato, sembra un piccolo champagne. Grande vino "sbagliato"...

 

Negroamaro 2015. Solo acciaio. Mezz'ettaro ad alberello, mille bottiglie prodotte. Super croccante... 

Per le vecchie anfore e il Primitivo del 2005 i prezzi sono proibitivi... 

 

Nel Catalogo Pattuglia appena arrivati:

Barraco nuove annate,

Jambon dalla Francia e

Canlibero dalla Campania.

 

p.s. La campagna estiva è appena iniziata e le bolle di Ca dei Noci stanno finendo la rifermentazione.

 

A presto dunque...

Please reload

© Pattuglia Enogastronomica| Distribuzione Vini Naturali

La Pattuglia Enogastronomica Sas, Via Francesco Daverio 14, 00152 Roma,  P.IVA:13700381000

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon